Composizione corporea, Ipertrofia

Ipertrofia muscolare

Abbiamo parlato di tensione meccanica, che crea un danno muscolare, e stress metabolico. Adesso vedremo come crescere muscolarmente.

La sequenza: tensione/danno/stress/recupero/alimentazione; sono i fattori che condizionano lo sviluppo muscolare.

La variazione del pH nel citoplasma e nell’ambiente extracellulare è associata a molte condizioni fisiologiche come, ad esempio, l’esercizio intenso. Questo cambiamento influisce sulla sintesi proteica e bassi livelli di pH possono influenzarla negativamente e, di conseguenza, la crescita muscolare, che sia un gluteo, pettorale o addome, non avverrebbe. L’acido lattico, secreto anche a riposo, è una delle risposte dell’organismo al mantenimento dell’equilibrio. Se l’ambiente in cui vivono le cellule diventa molto acido, tale acidità penetrerà all’interno delle cellule alterando il pH del nucleo e creando i presupposti per quei fenomeni che sono comunemente chiamati “malattie da degenerazione cellulare”. L’ambiente extracellulare svolge l’importante compito di mantenere il pH rigorosamente entro i limiti fisiologici.

Quindi, in conclusione, l’allenamento va periodizzato in base al recupero fisiologico dell’ECM, acqua extracellulare, che aumenta per infiammazione transitoria. Impossibile programmare ipertrofia senza studio della composizione corporea tramite BIA e plicometria.

Consigli per un pasto post-allenamento:

integrare immediatamente dopo l’allenamento con quota proteica e/o amminoacidi essenziali, se non c’è infiammazione sistemica in ECM; dopo 30 – 60 minuti introdurre quota glucidica per stimolare una situazione ormonale favorevole. Controllare il PRAL nelle 24H e la circadianicità ormonale tramite Carico Glicemico.

E non dimenticate di controllare costantemente la composizione corporea!

 

 

“Se solo Apollo facesse pace con Dionisio”

Avatar

About Corrado Del Torto

Mi chiamo Corrado Del Torto, dietista e personal trainer certificato ISSA. Specializzato nel trattamento della cellulite, nel dimagrimento e nelle strategie anti invecchiamento.